Crea sito

NON pensare a quell’elefante rosa!

E tu cosa fai, ovviamente? Ci pensi, certo.

Rimugini?

Ma quanto rimugini?

E su cosa rimugini?

E soprattutto, quanto ci stai male?

Quel pensiero ti entra in testa e non ti lascia più.

Ci pensi sempre, tutto il giorno, e specialmente prima di addormentarti.

Cosa accadrebbe se, ho paura che succeda, non sono pronta ad affrontarlo…

Ma dato che noi siamo Donne, anche se di Luce, il timore di non essere all’altezza non ci abbandona mai.

Facciamo confronti dai quali usciamo, inevitabilmente, sconfitte.

L’altra è più bella, l’altra è più dolce, l’altra è una bomba del sesso, l’altra me lo porterà via.

 

NON pensare a quell'elefante rosa!

Il punto è che spesso non esiste nessun’altra.

Quando fai dei pensieri negativi che si trasformano in ossessioni, il tuo cuore aumenta il battito che diventa irregolare e il tuo corpo secerne sostanze chimiche nell’illusione che vi sia una battaglia in corso.

In un certo senso è così, ma la battaglia si svolge dentro di Te.

Ti assilla, ti consuma, ti succhia l’Anima.

Affrontiamolo insieme vuoi?

NON pensare a quell’elefante rosa!

Di cosa sei convinta ad esempio?

Che il Tuo uomo si interessi a qualcun’altra?

E questo pensiero ti fa stare così male che è diventato un’ossessione? Non riesci a liberartene e crei nella tua mente delle scene, delle immagini, dei film veri e propri che nulla hanno a che fare con la Realtà.

Ma tu ci credi vero? E ci stai male.

Il Dr Joe Dispenza, nel suo meraviglioso libro che ti consiglio di leggere “Cambia l’abitudine di essere te stesso, dice:

Forse le tue preoccupazioni sembrano tanto reali perché continui a rivivere le stesse emozioni che hanno inizialmente determinato il problema”.

Ma che ne sa lui, ti dici?

La verità è che è proprio così.

Il modo più sicuro per far accadere una cosa è averne paura.

Se continui a visualizzare nella tua mente delle scene in cui il tuo Lui ti tradisce, aumenti la probabilità che questo accada.

Sei impazzita!?” – ti sento dire a questo punto.

No” – ti rispondo io.

Il fatto è che il tuo cervello non distingue tra ciò che è reale e ciò che non lo è. Pertanto se tu insisti nell’immaginare una cosa, il tuo cervello crederà che tu la stia vivendo o che tu stia ricordando qualcosa che è effettivamente successo, e vi si adeguerà. Farà di tutto per uniformarsi a quella scena, spingendoti a comportarti come se quella cosa fosse reale. Capisci che potere che hai?”

Ma io non riesco a smettere di pensarci” – insisti tu – “immagino continuamente scene di confronto e situazioni che mi fanno soffrire!”.

Lo so. Rimugini, infatti.

Ti accanisci contro te stessa vivendo e rivivendo nella tua testa scenari apocalittici di abbandono e tradimento.

Allora sai che ti dico ragazza mia!?

Pensaci, ma pensaci bene!

Prendi questa tua ossessione e tuffatici dentro!

NON pensare a quell'elefante rosa!

Vivila, ma almeno a modo tuo no?

Immagina, che so, una scena clou nella quale al cospetto di questa Dea tu entri in scena vestita da clown accompagnata dalla banda del circo!

NON pensare a quell'elefante rosa!

Oppure figuratela mentre le si gonfia la testa e vola via come un pallone.

No dico, anche per un’ossessione questo è troppo!

Ma non hai dimenticato due piccoli particolari in tutta questa storia?

Chi? LUI e LEI.

Sei dunque convinta che Lui non ti ami più, che sia attratto da qualcun’altra, che faccia continuamente confronti tra te e il resto del mondo.

Bene, ma fino a prova contraria sta con te no?

E un motivo ci sarà?

Oppure ami un incosciente?

Ma io sento già la tua vocina…”Forse non gli piaccio più?”…

Si, certo, e forse domani piove. Tutto è possibile.

Ma hai delle prove di questo o ti basi sul tuo infallibile sesto senso?

Tu non demordi però, e continui “Forse lui pensa a lei quando sta con me?”.

Ah ecco! Oltre al terzo occhio spalancato hai anche poteri telepatici?

Dunque sei tu la leggendaria donna che legge nel pensiero di cui i monaci buddisti parlano tanto?

E di LEI che mi dici?

Credi che sia un essere umano come tutti noi o no?

Non pensi che anche LEI si svegli con l’alito pesante, le occhiaie, e che si domandi continuamente se va bene così com’è?

Non farà anche lei paragoni tra se e il resto del mondo?

TU non sei sbagliata. Hai solo paura.

Paura di non andare bene, di non essere all’altezza, di venire abbandonata.

Ma questi sono pensieri negativi, e più li alimenti più la tua mente si convincerà che sono reali.

Vanno bene comunque, sono una parte di Te che ti sta parlando.

Allora perché non fai così?

Ringraziali e ringrazia questa fantomatica Donna perché ti hanno messo di fronte ai tuoi timori.

Sono i pensieri che creano le emozioni. E non sono reali.

Sono automatici e involontari, catastrofici e paradossali.

Ma non sono reali.

Tu hai il potere di renderli tali.

Una paura (come quella di essere tradita) è un’emozione tanto forte che ti crea un accumulo di tensione elettrica nel cervello, e questa tensione cresce, cresce, cresce, e per non esplodere ha bisogno che tu la scarichi in qualche modo.

I pensieri ossessivi sono il modo in cui tu ti liberi dall’emozione negativa.

E più ci pensi più vuol dire che ne hai paura.

È l’esempio con cui h aperto l’articolo.

Se ti dico di non pensare a quell’elefante rosa tu non potrai fare a meno di pensarci.

Ma pian piano puoi lasciarli andare.

Non combatterli, sono i tuoi.

Fatteli amici, stravolgili, rendili buffi, ridici su, immagina scene talmente assurde che scoppierai si, ma dalle risate.

E stai tranquilla, ce la faremo.

 

Comincia scaricando il mio libro gratuito

‘CACCIA LA FATA CHE E’ IN TE E LASCIA USCIRE LA DONNA’

CLICCA SULL’IMMAGINE E LEGGI!

caccia la fata che è in te e lascia uscire la donna