Crea sito

Se un’altra donna è riservata, per te ha la dote di essere riflessiva, ma se tu sei riservata ti vedi come irrimediabilmente chiusa e complessata.

Un’altra donna è espansiva, e ha la dote della genuinità, ma se tu sei espansiva hai il difetto di essere impulsiva e di non riflettere abbastanza.

Se un’altra donna è meticolosa la ammiri per la sua precisione, ma se sei tu meticolosa ti vedi pesante e noiosa.

Riesci a cogliere la distonia?

Puoi vedere che le caratteristiche di personalità non sono negative ne positive ma sono solo, appunto, caratteristiche?

Sei tu che dai al tuo modo di essere una valenza positiva o negativa a seconda di quanto ti senti sbagliata. Perché il tuo stesso tratto nelle altre donne assume il valore di un pregio mentre in te stessa appare come l’orrendo aspetto di un mostruoso difetto?

Stai tranquilla, perché c’è un modo per uscirne

Se ti dicessi anche che questo modo non solo funziona, ma ti rende tutto più semplice, leggero e infallibile, lo proveresti?

Questo metodo potrebbe essere definito “Integrazione del proprio Archetipo”, o “Immersione nella propria Ombra”.

 

Semplicemente diciamo che si tratta di accettarti per come sei. Facile no?

accettazione

No, perché in realtà si tratta della cosa più difficile.

Ma niente paura. Innanzitutto sfatiamo subito il mito che accettarti per come sei significhi trovare una scusa al tuo modo d’essere.

“Sono fatta così, che ci posso fare?!”.

Al contrario NON accettarti per quella che sei ti comporta una sofferenza interiore dovuta al senso di colpa per come sei fatta.

Come ne esci?

Appunto integrando le TUE caratteristiche, e non quelle di un’altra.

In questo nostro viaggio ci rifaremo anche agli Archetipi Femminili di cui Jung e tanti altri parlano.

Entreremo nella nostra Ombra per riemergerne autentiche.

Chi è in condizione di vedere la propria Ombra e sopportarne la conoscenza, ha già assolto una piccola parte del compito”,

diceva Jung ne “Gli Archetipi dell’Inconscio Collettivo.

L’Ombra è il tuo inconscio e fa parte della tua Personalità.

Non è qualcosa da combattere, ma qualcosa all’interno del quale tuffarti (quando si inizia ad esplorare l’inconscio tipicamente si cominciano a fare sogni in cui vi è l’acqua) per riemergerne più integrata, più consapevole delle tue proprie capacità.

acqua

Ti faccio un esempio molto pratico di cosa significa conoscere ed utilizzare la tua personalità.

Immagina di essere una donna che nel suo lavoro (qualunque esso sia) si esprime al meglio se lo compie da sola.

Diresti di te che sei una persona autosufficiente nello svolgere un compito.

Questa tua caratteristica non è ne positiva ma tanto meno negativa.

È la tua caratteristica.

Farle assumere un valore buono o cattivo dipende da quanto hai riconosciuto ed integrato la tua capacità.

Ti mettono in un gruppo di lavoro e tu vai in tilt!

Quindi ti blocchi, perché ti assalgono mille dubbi.

“E se quello che propongo non viene accettato?  Se la mia idea risulta stupida? E se faccio questo, chi sarà d’accordo?”.

In questo modo fai assumere ad una tua caratteristica neutra una valenza negativa.

Ti limita.

Così inizi a vedere te stessa come una persona egoista, che non sa stare in un gruppo, che non è empatica perché non ascolta nessuno, e così via.

Non conta più che la stessa cosa l’avresti fatta egregiamente da sola.

Non te ne rendi nemmeno conto.

E ti senti in colpa.

Come puoi invertire la polarità?

Fai la stessa cosa a modo tuo.

A MODO TUO.

Poi, in un secondo momento, condividila. Affronta il gruppo già con le tue fantastiche idee da proporre. In questo modo sei sicura di te e svolgi una cosa con efficienza. Perché hai capito di essere una persona indipendente, hai accettato il tuo modo d’essere, e l’hai utilizzato in senso positivo.

butter

Non ti dirò mai fregatene di un gruppo e fai le cose da sola senza mai metterti in discussione o collaborare (perché questo sarebbe sempre un utilizzo negativo delle tue peculiarità).

Ti dico invece “capisci come sei fatta” e usa la tua unicità nel modo migliore per creare un mondo migliore.

E stai tranquilla, ce la faremo.

scala

 

Comincia scaricando il mio libro gratuito

‘CACCIA LA FATA CHE E’ IN TE E LASCIA USCIRE LA DONNA’

CLICCA SULL’IMMAGINE E LEGGI!

caccia la fata che è in te e lascia uscire la donna