Non DEVI fare un bel niente!

 

Non DEVI fare un bel niente!

Iniziamo chiarendo che dovresti (e qui uso la parola dovere per la prima ed ultima volta) NON DOVERE.

Intendo dire che puoi iniziare il tuo cammino evolutivo eliminando dal tuo vocabolario questa parola.

Io dovrei fare, oppure io dovrei dire, o ancora io dovrei andare, infine io dovrei sapere.

Avrei dovuto fare così, dovrei essere diversa.

Inizia pensando che ciò che fai non è un obbligo, e non sto parlando di un compito o di un lavoro da portare a termine.

Si tratta di alleggerirti l’anima dal peso delle costrizioni.

Non sei obbligata ad essere qualcos’altro o qualcun’altra.

Di certo non sei costretta ad adeguarti ad ogni richiesta che ti viene da fuori.

Non devi (visto com’è subdola questa parolina?) necessariamente e con sforzo provare ad importi pensieri ed emozioni che non sono tuoi.

Cerca di prendere tutto con leggerezza, e soprattutto non darti sempre addosso.

Qui non si parla di deresponsabilizzarsi, al contrario.

Qui si cerca proprio di assumere il controllo e il pieno potere della propria esistenza.

Tuttavia ogni volta che ti sembra di aver sbagliato, invece di accusarti dicendoti “avrei dovuto fare diversamente”, prova a prendere tutto quello che ti ha dato quell’esperienza e fanne tesoro per il futuro, ma senza colpevolizzarti.

Ogni volta che osservi un modello irraggiungibile, non dire a te stessa “dovrei essere così”, ma prendi consapevolezza della TUA unicità.

Quando ti opprimi, ti sforzi, ti costringi, ti imponi qualunque cosa pensa a queste due meravigliose massime.

Non DEVI fare un bel niente!

quando l'allievo è pronto il maestro arriva

La prima dice “quando l’allievo è pronto il maestro arriva”.

Ebbene, quando sarà il momento giusto, ciò che desideri fare o cambiare avverrà in modo naturale.

Senza sforzo. Prima è inutile.

il ricordo senza emozione è saggezza

La seconda massima dice “il ricordo senza emozioni è saggezza”.

Vuol dire che è inutile rimuginare e massacrarti letteralmente per qualcosa che avresti dovuto fare diversamente.

Se l’hai capito, la prossima volta non lo rifarai.

Punto.

Precedente In Alto Adige si rinnova e si sostiene l'energia Successivo Novara: si sposano a giugno e pagano il pranzo a 82 clochard