Geoingegneria e scie chimiche: intervista a Rosario Marcianò

Geoingegneria e scie chimiche: intervista a Rosario Marcianò

Sulle scie chimiche si è detto molto, forse troppo, forse troppo poco.

O forse, come al solito, se ne’è parlato nel modo sbagliato, un modo parziale, che priva il curioso di tutte le informazioni necessarie per potersi costruire una propria libera opinione.

Per questo abbiamo scritto questo nuovo articolo, per dare l’informazione mancante.

Rosario Marcianò è un amico, ricercatore indipendente che ha subito e sta subendo diversi processi per le teorie che porta avanti.

Ha creato e gestisce il blog visitatissimo Tanker Enemy, sul quale mette a disposizione di tutti ricerche, studi, approfondimenti.

Geoingegneria e scie chimiche, realtà o finzione: intervista a Rosario Marcianò

Che i nostri cieli non siano più quelli di una volta, non c’è alcun dubbio.

Che le nuvole non siano più quelle di una volta non c’è alcun dubbio.

Basta alzare lo sguardo per vedere come i cieli siano letteralmente martoriati da quelle terribili scie banche che vengono, troppo velocemente, classificate ed archiviate come ‘condensa’.

Se si guardano film vecchi (diciamo che risalgano agli anni 80 o 90) nei filmati originali, quelle strisce non ci sono.

Se invece si guardano gli stessi film ‘rieditati’, molti di questi sono stati chiaramente manipolati per darci la sensazione (subliminale) che le scie ci siano sempre state.

Insomma, che qualcosa di strano ci sia non c’è dubbio.

Per questo siamo andati dritti alla fonte ed abbiamo intervistato proprio Rosario Marcianò.

L’intervista è stata realizzata per la trasmissione radiofonica ‘Sulla scena del crimine’, in una puntata in cui si parlava proprio di geoingegneria.

L’audio della puntata è disponibile anche sul canale YouTube e nella playlist di Articolo 21.

Riascoltiamo quindi le parole di Rosario che è stato così gentile da darci la sua versione dei fatti.

Solo così potremo avere tutte le informazioni necessarie per farci la nostra opinione.

 

 

 

Precedente Non mettere tutta te stessa in ciò che fai! Successivo Forum: le parole del giudice Cavallo sullo stupro, 'Stuprata ma ubriaca'