Crea sito

Benno Neumair: cronologia vicenda giudiziaria al 1.3.2021

Benno Neumair: cronologia vicenda giudiziaria al 1.3.2021

SCARICA LA SCHEDA IN PDF

Benno Neumair: cronologia vicenda giudiziaria al 1.3.2021

4.1.2021: Notitia Criminis

Scompaiono di sera due coniugi a Bolzano, Laura Perselli e Peter Neumair. La loro auto è ancora parcheggiata e il telefono è spento. Partono le ricerche di quello che sembra un caso di scomparsa.

È stato il figlio Benno, che vive con loro ma dormiva da un’amica, a dare l’allarme.

7.1.2021: Ricerche con i cani molecolari e aggancio celle

Da via Castel Roncolo, abitazione della coppia, sono partiti i VVFF con i cani molecolari per fiutare le tracce di Laura e Peter, ma senza esito.

I cani molecolari sono cani altamente addestrati che si usano nella ricerca di persone scomparse. Non vanno confusi con i cani antidroga che cercano sostanze, e nemmeno con quelli di salvamento che cercano sepolti sotto le macerie. Sono scelti tra razze particolarmente sensibili in quanto a odorato, che non cercano solo persone ma specifiche persone, anche molti giorni dopo la scomparsa. Strano che non abbiano sentito nulla.

Sono state anche analizzate le celle agganciate dal telefono di Laura, che si sarebbe collegata a Whatsapp alle 18.46 del lunedì. Il telefono si trovava su ponte Roma, ma non assicura che ci fosse anche lei. La cella è una parte di un luogo in cui è montata una stazione radio. Il telefono, quando genera traffico, cioè quando invia o riceve messaggi, si fa una telefonata o arrivano degli squilli si collega a quella stazione. Quindi ad ogni cella corrisponde un punto specifico.

8.1.2021: Trovati oggetti personali sulle sponde dell’Isarco

Vengono trovati zaino e scarpe dei due coniugi sulle sponde dell’Isarco, ma appare strano che si siano spinti a fare una passeggiata a quell’ora e con quel freddo. Erano quasi le 7 di sera quando il telefono di Laura ha agganciato la cella su ponte Roma.

11.1.2021: Le ricerche si spostano sull’Adige

È passata una settimana dalla scomparsa di Laura e Peter Neumair e ancora non c’è traccia dei due coniugi. Le ricerche si spostano sull’Adige, in particolare nei pressi della diga Mori. Usati i droni senza esito.

19.1.2021; Benno Neumair iscritto nel registro degli indagati

Aperto un fascicolo ed iscritto Benno Neumair nel registro degli indagati. L’ipotesi è omicidio volontario ed occultamento di cadavere.

I PM titolari dell’indagine hanno posto sotto sequestro l’appartamento dei Neumair. Al momento non ci sono misure cautelari.

20.1.2021: incaricati i RIS di svolgere le indagini biologiche

Viene trovata una macchia di sangue all’interno della macchina dei Neumair, ed il RIS viene incaricato di svolgere gli esami. Anche sul ponte a Vadena, sul fiume Adige, vengono trovate macchie di sangue, ed anche su quelle verranno fatte le analisi. Si cerca il DNA. I RIS analizzano anche l’appartamento di famiglia ed un altro nello stabile di cui avevano le chiavi.

20.1.2021: prime dichiarazioni di Benno tramite l’avvocato

Benno, indagato, nomina il suo legale difensore, Angelo Polo, che afferma come il suo cliente sia molto provato ma fiducioso che le indagini dimostreranno la sua estraneità. Spera che i suoi genitori vengano trovati.

22.1.2021: trovati indumenti ma non sarebbero della coppia

Continuano naturalmente le ricerche lungo il fiume Adige, dove vengono trovati alcuni indumenti, che però gli inquirenti escludono appartenere ai Neumair. Ci si concentra nella zona della diga Mori.

24.1.2021: sequestrati abiti di Benno che indossava il 4 gennaio

Gli inquirenti sequestrano per accertamenti gli indumenti che Benno indossava la sera del 4, quando dice di aver trascorso la notte con un’amica, sera della scomparsa dei suoi genitori. La donna dice che quando Benno era arrivato da lei si era cambiato ed aveva fatto la doccia, mentre lei gli aveva lavato i vestiti. Il giorno dopo lui si era cambiato e quindi gli abiti erano rimasti nella sua abitazione. Esclude che ci fossero macchie di sangue.

Anche la ragazza viene iscritta nel registro degli indagati ma verrà poi scagionata.

26.1.2021: scandagliato l’Adige senza esito

Continuano le ricerche nel fiume con sommozzatori, ecoscandaglio e sonar, senza esito.

28.1.2021: simulata caduta dal ponte

Viene fatto un esperimento. Si getta dal ponte di Vadena, da dove si ipotizza i coniugi siano stati gettati, un manichino con zavorra, per simulare l’ipotetico delitto.

29.1.2021: arrestato Benno Neumair e diffusa la nota della Procura

Viene arrestato Benno Neumair. La misura cautelare si rende necessaria quando si teme:

  • fuga dell’indiziato
  • inquinamento delle prove.

In pratica Benno aspetterà l’esito delle indagini in carcere. Non è il processo e non è una prova di colpevolezza.

La Procura comunica:

‘Nei termini processuali previsti dall’art. 390 c.p.p. verrà richiesta la convalida del fermo al giudice per le indagini preliminari (GIP). A tutela delle indagini e del diritto di difesa allo stato non possono essere comunicate ulteriori informazioni’.

Attenzione:

il comma 1 dice

‘Entro quarantotto ore dall’arresto o dal fermo il pubblico ministero, qualora non debba ordinare la immediata liberazione dell’arrestato o del fermato, richiede la convalida al GIP giudice per le indagini preliminari competente in relazione al luogo dove l’arresto o il fermo è stato eseguito’.

poi c’è il comma 2

‘Il giudice fissa l’udienza di convalida al più presto e comunque entro le quarantotto ore successive dandone avviso, senza ritardo, al pubblico ministero e al difensore’.

infine il comma 3

‘L’arresto o il fermo diviene inefficace se il pubblico ministero non osserva le prescrizioni del comma 1’.

Benno comunque non confessa.

30.1.2021: Benno si avvale della facoltà di non rispondere

Si svolge l’udienza di garanzia in Tribunale, il GIP interroga Benno che si avvale della facoltà di non rispondere e si dice estraneo ai fatti.

Qui sono due importanti due articoli del codice

art. 64 c.p.p.: chi è indagato ha la facoltà di non rispondere alle domande. Per gli avvocati la motivazione è: ‘i tempi erano troppo stretti per poter studiare e valutare il migliaio di pagine dell’ordinanza cautelare’.
art. 503 c.p.p.: parla dell’obbligo del giuramento di dire la verità per i consulenti e i testimoni ma non per l’imputato.

1.2.2021: indiscrezioni su lamentele della madre di Benno e richiesta incidente probatorio

Vengono ascoltati durante l’udienza di convalida del fermo due audio in cui la madre di Benno, Laura, si lamenterebbe del figlio. Sono audio inviati ad un’amica.

Intanto la Procura (cioè il PM, l’accusa) e la difesa chiedono al GIP di disporre l’incidente probatorio riguardo l’analisi scientifica dei reperti acquisiti dal RIS nella casa dei Neumair.

3.2.2021: accolta la richiesta di incidente probatorio

Il GIP accoglie la richiesta di incidente probatorio sui reperti ma anche sull’auto dei coniugi, nonché sul cellulare di Benno. Sui dispositivi tecnologici verrà fatta una copia forense.

Spuntano le bottiglie di acqua ossigenata che Benno avrebbe usato per cancellare tracce nell’appartamento, e il sospetto che le abbia usate anche per depistare i cani molecolari arriva. Premeditazione?

6.2.2021: trovato il corpo di Laura Perselli

Trovato nell’Adige, in località San Floriano, il corpo di Laura Perselli. Disposta l’autopsia.

11.2.2021: Il Tribunale del Riesame respinge la richiesta di scarcerazione di Benno

I legali di Benno, con la motivazione che non ci sarebbe un’esigenza cautelare, hanno fatto domanda al Tribunale del Riesame per la scarcerazione, che però è stata respinta.

Il Tribunale del Riesame fa parte del Tribunale ordinario ma ne è una sezione a parte che valuta se il GIP che ha convalidato il fermo abbia rispettato nel merito e nella sostanza la legge.

Quando si dispone una restrizione della libertà (il carcere) ai sensi dell’articolo 309 del c.p.p. Si possono riesaminare le ordinanze. Va fatto entro 10 giorni dal provvedimento.

11.2.2021: notizie sul TSO a Benno in Germania

Si viene a sapere che a luglio 2020 Benno si trovava in Germania e qui gli venne somministrato un TSO per atti di autolesionismo. Pare che non abbia mai voluto farsi curare.

14.2.2021: referto autoptico Laura Perselli, è stata strangolata

Segni sul collo di Laura Perselli compatibili con una corda o una collana confermano ipotesi strangolamento.

25.02.201 Benno chiede di essere interrogato

Benno si trova in isolamento e chiede di poter parlare.

26.2.2021: scoperta menzogna Benno alla sorella, il 5 gennaio era in casa

Nuovi guai per Benno. La mattina del 5 gennaio, dopo la scomparsa dei genitori, la sorella di Benno, residente in Germania, lo chiama per dirgli di essere preoccupata perché non riesce a parlare con i genitori. Benno risponde che lui non è in casa e non può controllare. La sorella chiama un vicino di casa e gli chiede di suonare alla porta della casa dei suoi genitori, e apre Benno.

1.3.2021: Benno resta in carcere e non c’è traccia di Peter

Ad oggi non è stato ancora trovato il corpo di Peter Neumair, ma gli investigatori pensano che Benno abbia depistato le indagini durante le prime fasi. La sorella ha paura per la propria incolumità

Questo è il caso Benno Neumair: cronologia vicenda giudiziaria al 1.3.2021.

Resta sulla Scena del Crimine e segui gli aggiornamenti.

GUARDA IL VIDEO IN CUI TI SPIEGO TUTTI I PUNTI

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.