Crea sito

La vera scoperta dell’America: Cristoforo Colombo e il grande ingann

Chi ha scoperto l’America?

Quante volte ce l’hanno chiesto a scuola fin da piccoli, giusto? Giusto.

La risposta era talmente ovvia e facile che era impossibile sbagliare, giusto? Giusto.

E se sbagliavamo ci arrivava un brutto voto, giusto? Giusto.

Quindi la risposta giusta alla domanda ‘Chi ha scoperto l’America?’ è Cristoforo Colombo, giusto? Sbagliato.

Ebbene sì, perché sembra che anche in questo caso ci prendano in giro fin dai banchi di scuola.

Pare proprio che tutta la storia di Cristoforo Colombo che parte con le 3 caravelle nel 1492 con la benedizione della Chiesa sia tutta una bufala.

Chi lo dice? Un po’ tutti, ma soprattutto i documenti ufficiali. Sentite qui cosa abbiamo scoperto…

Scoperta dell’America: perché nasconderci la verità?

La vera scoperta dell'America: Cristoforo Colombo e il grande inganno

Quando ci si trova davanti ad un fatto che ci viene dato per vero e noi non eravamo lì per sapere se sia vero o no, abbiamo solo una strada.

Fidarci.

Fidarci di chi ci da una versione dei fatti.

E come si fa a non fidarsi dei libri di storia?

Anche perché con la tecnica del brutto voto ci vengono inculcate a forza verità indiscutibili.

Ma poiché fidarci è bene e non fidarci è meglio, ecco che sorge il dubbio.

E se non fosse vero?

In questo caso abbiamo due modi di procedere:

  1. cercare da soli la nostra verità
  2. chiederci quale possa essere l’interesse nel nasconderci la verità.

Con gli strumenti che la rete ci mette oggi a disposizione (internet, video, documenti liberi, liberi pensatori) possiamo fare delle ricerche mirate, e questo risponde al primo punto

Per quanto riguarda il secondo punto, qual è il motivo principale per cui si inganna, si deruba, si uccide, si mente, si manipola?

Esatto, il denaro.

Andiamo avanti:

Scoperta dell’America: nei documenti della Duchessa Isabel Medina Sidonia da Toledo la verità?

La vera scoperta dell'America: Cristoforo Colombo e il grande inganno

Ci siamo imbattuti nel blog di Syusy Blady,  al secolo Maurizia Giusti, ve la ricordate?

Una simpaticissima viaggiatrice molto molto curiosa.

Sentiamo allora dalle sue stesse parole qualcosa che potrebbe farci venire più di un dubbio su questa storia di Cristoforo Colombo.

Storia che tra l’altro parla di stragi, di indiani uccisi e trucidati e dei soliti conquistatori assassini.

Ma di questo ne riparleremo.

Se vi interessa il suo libro lo trovate QUI

Questo è uno degli assiomi scolastici più duri a morire. Sarà per nazionalismo o sarà perché, dovendo ammettere che Cristoforo Colombo sapeva dove andava, si deve anche ammettere che la scoperta dell’America fu un modo per permettere la conquista dell’America?

E fin qui non fa una piega. Ma ascoltate il resto, dato che la Duchessa, Syusy l’ha proprio intervistata.

A Siviglia ho intervistato la Duchessa Isabel Medina Sidonia da Toledo, discendente dei nobili spagnoli, che pagarono il viaggio a Colombo.  La duchessa ha scovato mappe e lettere che testimoniano che in America ci si andava anche prima della “scoperta”: si prendeva l’oro e si tornava. Ma non si poteva dire che lo si andava a prendere lì perché la Chiesa aveva vietato di andare oltreoceano! Perché? Perché ci si sarebbe dovuti andare solo con il permesso del Vaticano. Quelle terre, quelle ricchezze erano troppo preziose per lasciare che chiunque ne usufruisse.

Senti senti, e cui prodest, dicevano gli antichi? Appunto:

La vera scoperta dell’America: il Vaticano sapeva e ha nascosto le mappe vere?

la chiesa sapeva della vera scoperta dell'america

Continua Syusy:

Le mappe esistevano, ma furono ritirate e distrutte o nascoste. Molte si trovavano ai Musei Vaticani, ecco perché Pinzon (il luogotenente di Colombo) era a Roma, pochi giorni prima di salpare da Palos. In quel periodo in Europa c’erano dei tali conflitti, delle tali alleanze politiche, che bisognava favorire qualcuno a scapito di altri. Allora, chi se non i “cattolicissimi” Re di Spagna, che cacciano proprio nel 1492 gli infedeli dalla parte meridionale della Penisola Iberica? L’altra potenza che non si può fermare è il Portogallo, che ha le mappe e continua le conquiste di terre: con tanto di Bolla papale le Americhe, le terre scoperte-non-ancora-scoperte, vengono spartite tra la Spagna e il Portogallo.

E per finire, dato che tutto torna sempre…

A Roma Ruggero Marino mi ha spiegato come Papa Cybo sia stato lo sponsor dell’impresa, che però non andò a finire come sperava, visto che morì proprio nel fatidico 1492, che fu fatale anche allo stesso Lorenzo de’ Medici. E – guarda caso – si è scoperto da poco che un De’ Medici era sposato con una Da Toledo, spagnola, ava della Duchessa Medina Sidonia… Insomma, cosa hanno combinato in quegli anni, che è rimasto segreto fino ad ora?!

Come sempre, noi vi abbiamo forse fatto venire un dubbio, a voi scegliere se togliervelo o no.

Ti potrebbe interessare anche...