Se vuoi ottenere un risultato…fregatene del risultato!

1

 

Lo so lo so...sembra uno slogan zen, e in un certo senso lo è.

Nello stesso tempo, non lo è.

Ok...mi spiego con il solito esempio.

Hai deciso di raggiungere un obiettivo: voglio parlare di più, voglio parlare di meno, voglio essere più calma, voglio essere più intraprendente, voglio essere così o colà.

Benissimo. Hai identificato il tuo problema e vuoi risolverlo.

Ma perchè, o per chi lo stai facendo?

Perchè se lo fai per te, bene.

Se così non è, iniziano i guai.

Perchè se vuoi davvero ottenere qualcosa, devi scordarti cosa vuoi.

Altrimenti capita che...

 

VUOI IMPARARE A PARLARE DI PIU' MA...

TI DICONO CHE QUELLO CHE DICI NON VALE NIENTE

 

1

Mettiamo il caso che tu venga accusata di non esprimere le tue opinioni.

Ti impegni tanto e pian piano riesci a dire la tua.

A quel punto tipicamente arrivano le critiche...

"Ma chi se ne importa di quello che pensi!", "Mah, mi sembra una stupidaggine quello che hai detto", e la peggiore..."Forse era meglio se continuavi a stare zitta!"

Che è successo?

Niente, è successo che parlare non vuol dire automaticamente che tu debba essere apprezzata da tutti.

Il tuo obiettivo era riuscire ad aprirti, e non che quello che avresti detto sarebbe stato "oro colato".

Non scoraggiarti! L'obiettivo è raggiunto. Non importa se quello che dici non trova tutti d'accordo. Probabilmente il tuo essere chiusa dipendeva proprio dalla paura del confronto.

Una volta vinta quella, hai già fatto centro.

 

VUOI IMPARARE AD ESSERE BUONA MA...

TI DICONO CHE NON SEI CREDIBILE!

2

Fai attenzione!

Mettiamo il caso che tu sia notoriamente un po'...ecco...come dire...si insomma...egoista. 🙂

In senso buono eh? Diciamo che sei molto concentrata su te stessa.

Però ti rendi conto che chi ti sta accanto ha bisogno di te.

Così, anche se non sai come si fa, t'impegni e cerchi di essere altruista.

Il risultato può essere all'inizio un po' strano, forzato.

Però l'intenzione è buona e tu ne sei felice.

Solo che chi ti sta vicino potrebbe non apprezzare il tuo interessamento.

Potrebbe dirti che non è quello di cui ha bisogno, che si vede benissimo che ti stai forzando di fare una cosa che non ti riesce e che fa meglio da solo.

Non scoraggiarti!

Se le tue intenzioni erano sincere, quello è l'obiettivo raggiunto.

Anche in questo caso devi accettare il confronto con gli altri.

Non è detto che il tuo aiuto sia determinante; quello che è determinante è che tu abbia sinceramente fato qualcosa con amore.

E QUINDI...RILASSATI!

3.jpg2

Quello che voglio dirti è che quando vuoi modificare un tuo comportamento, l'obiettivo dovrebbe essere proprio la modifica in se, e non il risultato.

Perchè altrimenti rischi di associare il tuo buon proposito all'aspettativa della gratificazione, ai complimenti.

Se desideri essere d'aiuto, inizia aiutando sinceramente, ma non aspettarti per forza che il tuo aiuto sia determinante.

Se desideri essere più assertiva e decisa, inizia esprimendo te stessa, senza preoccuparti che quello che dici sia condiviso da tutti.

L'obiettivo, come diceva qualcuno, non è la destinazione, ma il viaggio.

E se impari a viaggiare con leggerezza, tutto quello che impari sarà una benedizione.

Per te e per gli altri!  

2 commenti:

  1. Molto spesso siamo noi stessi a limitarci, e questo ci impedisce di sfruttare al massimo il nostro potenziale ed ottenere ciò che vogliamo. Lo spiega anche la psicologia: http://happily.it/5-atteggiamenti-che-ti-impediscono-di-ottenere-cio-che-vuoi/

    • Arrivo a dirti Alessia che noi stessi siamo il nostro limite più grande. Ho letto l’articolo al link, molto bello il suto è tuo? Complimenti! Concordo sulle motivazioni, specialmente sul focalizzarsi su ciò che no si vuole. Grazie del tuo commento. Simona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 3 =